Digital Flex investe in un Automated Plate Processor Nyloflex® IRIS Inliner per aumentare automazione e produttività  | marzo, 2016

DSC_0009

Monza, 16 Febbraio 2016 – La nuovissima Automated Plate Processor Nyloflex® IRIS Inliner di Flint Group Flexographic Products è stata scelta da Digital Flex; dopo circa 6 mesi di beta test oggi è arrivata la tanto attesa firma sul contratto, che sugella l’acquisto della macchina. L’azienda monzese è dotata delle tecnologie più moderne e sofisticate e serve un mercato molto eterogeneo e diversificato con richieste sempre più stringenti nei tempi ed esigenti nella qualità. Oltre che in tecnologia Digital Flex sta investendo in risorse umane, per la sua volontà di espandersi.

Il sistema APP Nyloflex® IRIS, installato presso Digital Flex, è un sistema rivoluzionario, completamente automatico, di lavaggio, forno post esposizione e stacker. Grazie a questa automazione si ha un sensibile incremento della velocità di produzione, con minimizzazione delle tolleranze di processo ed incremento della qualità del prodotto finale.

L’impianto viene gestito da un solo operatore. Una serie di telecamere collocate all’interno del sistema consente di controllare tutte le fasi del processo, e un’ avvanzata diagnostica interna avvisa l’operatore se qualche componente necessita di una riparazione o sostituzione. “Siamo molto soddisfatti di come sta lavorando la macchina. Consente di evitare errori umani perché tutto è automatico,” commenta Paolo Cornali Socio e Responsabile Reparto Produzione Lastre e Reparto Spedizione dell’azienda, sottolineando che questo investimento va a migliorare ulteriormente la qualità della produzione, garantendo costanza e ripetibilità.

Digital Flex dispone di 3 CTP ESKO CDI Spark 5080 con ottiche Pixel Plus e di 3 espositori, di cui 2 Nyloflex® Next della Flint, di ultima generazione ed è in grado di far fronte a grandi moli di lavoro. Il sistema APP Nyloflex® IRIS può mettere in lavorazione ben 294 m² di lastre al giorno su tre turni.

Roberto Malagù, key account flexo Heidelberg Italia, che ha curato la transazione commerciale e la fase di test ha commentato: “l’installazione di questa attrezzatura, prima al mondo, ci permette di consolidare una fase di costante ricerca innovativa, avviata in Digital Flex con l’inserimento di 2 espositori UV Led Nyloflex® Next, mirata ad ottenere significativi miglioramenti qualitativi e produttivi.”

“Con questa dotazione siamo pronti per accettare nuove sfide,” conclude Andrea Vergnano Senior Executive Vice President di Digital Flex, “la macchina, terminata la fase di beta test, è già impiegata su due turni di produzione.”